La Nocerina detta legge allo Iacovone. Taranto ko

Pubblicato da Leonardo Volturno il

La Nocerina detta legge allo Iacovone e riesce a piegare il Taranto di Panarelli con una prestazione importante e di sacrificio. Terzo ko di fila per i rossoblù che certifica una nuova crisi, sembrava essere tornato il sereno col ritorno di Panarelli in panchina ma le ultime tre prestazioni degli ionici dicono ben altro.

Taranto-Nocerina 0-1

Taranto (4-3-3): Sposito; Pelliccia (75′ Marino), Allegrini, L. Manzo, Ferrara; Matute (46′ Guaita), Masi (46′ Cuccurullo), S. Manzo; Oggiano, Genchi, Croce (64′ Favetta). A disp.: Giappone, De Letteriis, De Caro, Benvenga, Galdean. All. Luigi Panarelli.

Nocerina (4-3-3): Scolavino; De Siena, D’Anna, Campanella, Calvanese; Messina (61′ Pisani), Carrotta, Mincione, Corcione; Cristaldi (87′ Ciampi), Liurni (81′ Poziello). A disp.: Leone, Fortunato, Romano, Festa, Cavallaro, Sorgente. All. Marcello Esposito.

Reti: 67′ Liurni (N).

Arbitro: sig. Samuele Andreano di Prato. Assistenti: Fratello di Latina e D’Ascanio di Roma 2.

Note: pomeriggio soleggiato. Campo in buone condizioni. Ammoniti: Mincione (N), Oggiano (T), Ferrara (T), S. Manzo (T), Scolavino (N). Calci d’angolo: 7-1. Recupero: 1′ pt; 6′ st. Spettatori: milleduecento circa.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *